Progetto Italiano - Firb Renga

Le camere a deriva sono rivelatori a gas largamente usati in fisica delle particelle, in particolari in quegli esperimenti di precisione nei quali è necessario misurare la posizione di particelle cariche utilizzando dispositivi molto leggeri, al fine di non perturbarne eccessivamente la traiettoria.

Il progetto in questione intende studiare alcune tecniche miranti a migliorare le prestazioni di tali dispositivi, in termini di risoluzione spaziale e capacità di identificazione delle particelle, pur continuando ad utilizzare miscele gassose estremamente leggere.

Il principio di base di tali tecniche consiste nell' identificazione dei segnali derivanti dalle singole ionizzazioni prodotte da una particella nella miscela gassosa, sfruttando a tal fine le più recenti innovazioni nel campo dell' elettronica a larga banda e dell' elettronica di digitalizzazione ad alta frequenza.

Francesco Renga
Francesco.Renga@roma1.infn.it