due buchi neri

Fisica Teorica CSN4

La CSN4 coordina le ricerche in fisica teorica, che sviluppano ipotesi, modelli e teorie fisiche per spiegare i risultati sperimentali già acquisiti e aprire nuovi scenari per la fisica del futuro. Gli argomenti più significativi su cui sono impegnati oggi i fisici teorici della CSN4 riguardano le indagini sull'origine della massa delle particelle elementari, la natura e le proprietà della cosiddetta materia oscura, la spiegazione dell’asimmetria esistente fra materia e antimateria nell’Universo, l’unificazione a livello quantistico di tutte le interazioni fondamentali, inclusa la gravità.

Altre ricerche riguardano lo studio della natura e della struttura intrinseca dello spazio-tempo, la fisica del nucleo e delle particelle che lo costituiscono, inclusi i processi all’epoca del Big-Bang e la successiva evoluzione dell’Universo. Tali studi teorici si avvalgono, da un lato dei risultati sperimentali prodotti dagli acceleratori di particelle e dagli esperimenti di fisica astroparticellare, e dall'altro di metodi matematici e tecniche formali e numeriche.

Le attività della CSN4, svolte da circa 1000 scienziati provenienti da tutte le sezioni dell’INFN e da tre dei quattro Laboratori Nazionali, sono articolate in progetti detti "Iniziative Specifiche" che sono sviluppati in stretta collaborazione col mondo accademico universitario.

La ricerca teorica in ambito INFN ha un grande rilievo internazionale, è svolta in stretta collaborazione con ricercatori di tutto il mondo e vede uno scambio costante di studiosi fra diversi istituti, accanto ad una significativa partecipazione di giovani.

Negli anni passati l'INFN ha dato anche un notevole contributo allo sviluppo di macchine per il calcolo parallelo, per esempio nell'ambito del progetto APE (Array Processor Experiment), di particolare interesse per la ricerca nel campo delle interazioni forti e delle teorie di gauge su reticolo.

Coordinatore

Luca Silvestrini